DISTURBI SPECIFICI DEL LINGUAGGIO (DSL)

I disturbi del linguaggio rappresentano i disturbi più frequenti tra i 2 e i 6 anni di età. Le difficoltà linguistiche, caratterizzate da un disordine nella comprensione e/o produzione linguistica in una o più componenti, quali la fonologia, la semantica, la sintassi e la pragmatica, possono manifestarsi isolatamente oppure in associazione con altre condizioni patologiche come deficit neuromotori, sensoriali, cognitivi e relazionali. 

 

L’età di 3 anni rappresenta una sorta di spartiacque tra i bambini cosiddetti “Parlatori Tardivi” o “Late Talkers” e i bambini con un possibile DSL (Disturbi specifici del Linguaggio).

I Parlatori Tardivi sono una categoria di bambini che parla poco, che produce meno di 50 parole all’età di 24 mesi, oppure che ne esprime più di 50, ma in assenza di combinazione di due o più parole come abbozzo delle prime frasi. In alcuni casi, i Late Talkers possono gradualmente normalizzare e recuperare il linguaggio senza necessità d’interventi specifici, mentre in altri possono permanere nella fragilità e rivelare un Disturbo Specifico del Linguaggio. In quest’ultima circostanza, si tratta di bambini con un vocabolario limitato rispetto ai coetanei, con difficoltà nella coniugazione dei verbi e nell’utilizzo di articoli e alcuni tipi di pronomi.

 

 

QUANDO RIVOLGERSI AL LOGOPEDISTA

 

Bisogna porre attenzione ai seguenti campanelli d'allarme:

- a 12 mesi, se il bambino mostra difficoltà di comprensione del linguaggio.
- a 24 mesi se il bambino produce meno di 10 parole e ha difficoltà di comprensione.
- a 30 mesi se produce meno di 50 parole e non inizia a combinare insieme due parole, per esempio: "voglio palla!" e ha difficoltà di comprensione.

- a 3 anni se il bambino non riesce a produrre frasi oppure produce frasi con lunghezza inferiore a tre parole.

- a 4 anni non produce bene alcuni suoni (es. dice tole anzichè sole, ana anzichè rana), oppure inverte le sequenze delle sillabe all'interno delle parole (es. poto anzichè topo).

 

In queste situazioni è consigliabile che il bambino venga valutato, monitorato ed eventualente seguito da un logopedista. L'intervento precoce è importante anche per prevenire possibili ripercussioni nell'apprendimento della lettura e della scrittura.

 

 

Stampa Stampa | Mappa del sito
Physis Talenti - Psicologia • Psicoterapia • Logopedia - Via Ugo Ojetti 426, 00137 Roma; Tel. 06.49773657; Tel. 320.0507576; e-mail: info@consultoriophysis.it

Chiama

E-mail